Garanzia SEO

Solo le migliori Agenzie SEO offrono adeguate garanzie sui servizi SEO offerti, basate sull’elevata competenza delle dinamiche SEO, una profonda conoscenza delle logiche di Google, e un’alta expertise basata su anni di lavoro.

In Italia pochi (tra cui la nostra agenzia) offrono una Garanzia sui servizi SEO credibile. Ma cos’è una Garanzia SEO credibile?

La garanzia SEO può basarsi sul posizionamento di una pagina web del sito oggetto della SEO con determinate parole chiave nei primi 10/20 posti dei risultati di ricerca,  oppure – soprattutto per i siti con moltissime parole chiave da posizionare quali e-commerce o siti di annunci o portali editoriali – in relazione alle performance dell’attività SEO svolta in termini di numero di accessi garantiti e qualificati o meglio ancora di performance legate a KPI quali leads, vendite, richieste, etc.

Queste previsioni di risultati sono possibili quando vi è profonda conoscenza delle logiche dei motori di ricerca, basata su studio continuo, anni di lavoro e aggiornamento costante, affiancata ad esperienza su centinaia di clienti con progetti molto ambiziosi per obbiettivi, investimenti e risultati. 

I SEO specialist più esperti riescono a fare delle stime accurate di quello che può essere il risultato di un servizio SEO di ottimizzazione e posizionamento di un sito web e di avere dei KPI misurabili di risultato sull’attività da svolgere su cui costruire contratti a performance con i clienti.

Ma il fatto che un’agenzia garantisca dei posizionamenti specifici con la SEO non significa che poi manterrà le promesse, e per tale ragione spesso la parola Garanzia SEO viene usata come specchietto per le allodole e condannata da Google come metodologia commerciale.

Queste che seguono sono le principali criticità relative la Garanzia SEO sul posizionamento nei motori di ricerca su cui un’azienda dovrebbe porre attenzione per capire se è l’agenzia SEO che le propone è credibile:

1. Agenzie Seo Che Non Riescono Ad Eccellere Nei Loro Servizi

Riuscire a dare le stime del lavoro SEO associandole anche a performance sui contratti è segno di capacità di dare concretezza al proprio fare. A volte però qualcuno incappa in Garanzia SEO solo apparentemente rassicuranti del tipo:

“garantiamo x parole sui primi 10/20 posti su y motori”

per poi scoprire cose non bellissime del tipo:

  • Le parole chiave posizionate sui cui basano la garanzia non generano traffico di utenti qualificati, e nemmeno non qualificati
  • I risultati della SEO non incidono sugli obbiettivi di business, KPI quali leads, vendite, registrazioni, etc..
  • I motori di ricerca oggetto di garanzia non sono degni di nota o sono domini geografici dello stesso motore
  • Le clausole di salvaguardia sulle garanzie SEO proposte ne definiscono limiti pesanti in caso di fallimento
  • …e quanto altro.

Capita di leggere su qualche sito o contratto di consulenti SEO e agenzie SEO frasi come questa:

“non è possibile garantire nulla con la SEO.. “, ” possiamo dire che le Aziende SEO che offrono garanzie non sono serie”, “è assurdo concedere garanzie visto che un servizio di ricerca può cambiare totalmente da un giorno all’altro, e quindi la tua garanzia non vale”.

Ci permettiamo di affermare che tali argomentazioni nella maggior parete dei casi, più che a voler erudire i clienti sull’impossibilità di prevedere i cambiamenti di algoritmo di ranking di Google e far suonare campanelli d’allarme su come viene intesa la garanzia SEO, sono invece indice di:

  • Probabile inesperienza e incapacità dell’agenzia SEO di prevedere e perseguire dei risultati sul lavoro che vanno a svolgere.
  • Incapacità di spiegare al cliente come si svolge il lavoro SEO, le logiche e le abilità con cui si fanno le analisi preliminare per analizzare la competitività nei risultati di ricerca (capendo cioè quali sono i fattori che hanno permesso la prima pagina ai principali siti concorrenti), e come si possono prevedere i risultati del lavoro da farsi su cui basare delle Garanzie di servizio SEO, che comunque non possono assicurare nulla di certo in quanto l’algoritmo di Google è in continua evoluzione e secretato da brevetti.
  • Confusione nel concetto di “garanzia”. Tutto si può garantire se adeguatamente spiegato come si fa a garantirlo, e che la parola “garanzia” non significa certezza, ma una copertura assicurativa, spesso pecuniaria, in caso di mancato risultato. Paradossalmente, quindi, si possono garantire anche cose impossibili da mantenere.
  • Difesa rispetto le agenzie SEO di dubbia capacità, che mortificando il concetto di Garanzia SEO tout court lo utilizzano per farsi preferire dai clienti, che spesso non leggono bene le condizioni di tale garanzia, o di cosa viene realmente garantito.

Se è vero che i motori di ricerca cambiano le logiche di ranking dei siti web nel tempo affinandole e migliorandole, è anche vero che ad oggi le agenzie SEO più preparate sono consapevoli di tali cambiamenti prima che questi avvengano e si sono adeguate operativamente alle nuove logiche ri-ottimizzando i siti web dei clienti quando necessario. 

Facciamo da oltre 15 anni il mestiere del SEO e i siti dei nostri clienti svettano su Google e sugli altri motori di ricerca anche al cambiamento delle loro logiche di ranking! E a dimostrarlo sono i FATTI concreti: i risultati!

Ad oggi non abbiamo mai fallito un progetto SEO per quanto ambizioso, e non abbiamo mai proposto garanzia su risultati che non si possono ottenere in relazione alle risorse e ai tempi del progetto.

2. Garanzia “Camuffata” & Il “Vero” Report Seo

Alcune agenzie SEO “nascondono” nella parola garanzia dei posizionamenti che si ottengono con parole chiave poco pertinenti (quindi a basso interesse di ricerca) in motori secondari o peggio ancora utilizzando domini ombre, blog esterni o pagine con ottimizzazione SEO borderline (pagine e domini creati solo per ottenere dei piazzamenti, e che prima o poi Google bandirà dai suoi indici con tutto il sito del cliente). 

È buona norma, per capire su quali motori viene applicato il servizio di garanzia, farsi aggiungere nel contratto i principali motori internazionali utilizzati dagli utenti, ed eliminare tutti i motori secondari. Ricordiamoci che i motori principali, che forniscono a loro volta i risultati ad altri motori, sono sostanzialmente Google e Bing. Con l’aggiunta di pochi altri motori per determinate geografie, come Baidu per la Cina. Qui un utile post in merito.

Cercate poi di valutare i posizionamenti raggiunti e la competitività delle parole chiave da posizionare.  

Esempio, per un sito di ventilatori “ventilatori da soffitto” sarà più utile di “ventilatore a soffitto per case di campagna”. 

Successivamente il posizionamento ottenuto, valutate il traffico di utenti qualificati che vi portano tali parole chiave in prima battuta con un semplice accorgimento: 

Analizzando gli accessi proveniente dai motori di ricerca alla pagina di destinazione ottimizzata su quella parola e misurate i KPI di interesse, le azioni obbiettivo che gli utenti fanno (pagine viste, tempo sul sito, leads, acquisto, registrazione al sito, newsletter, etc.)

Alcune analisi predittive sui risultati che potrebbero portare il piazzamento di determinate parole chiave possono venire fatte incrociando informazioni dagli strumenti predittivi di Google ADS e/o con adeguati tools SEO che permettono di avere informazioni anche su competitor e mercato, oppure testando la valenza delle parole chiave da posizionare con strumenti quali l’ADS a pagamento sui motori desiderati.

La cartina tornasole su cui valutare la reale abilità di un SEO è comunque il lavoro già svolto su altri clienti. La sua reputazione. Ma anche il solo saper presentare un Report SEO corretto e non è semplice e da tutti.

Report SEO Utile Al Business

La maggior parte delle agenzie per report SEO intende il documento di un software specializzato che estrapola i posizionamenti ottenuti su Google o altri motori di ricerca su determinate parole chiave, che alcuni “taroccano” con duplicazione di motori nelle varie estensioni geografiche o altri stratagemmi miserevoli.  

Tale scarno documento è utile per una lettura dei ranking, ma non piu di tanto pe capire se la SEO funziona, soprattutto in relazione agli investimenti fatti.

Serve capire se tali posizionamenti generano traffico qualificato e ancor di più obbiettivi.

Google Analytics e gli altri software non tracciano le parole chiave con cui si effettuano le ricerche, per cui i software ci danno informazioni generiche di un tot di utenti provenienza da un motore di ricerca. Ma i bravi SEO affiancati da bravi Web Analyst sanno come attenuare tale deficienza utilizzando strumenti aggiuntivi e usando metodologie di analisi avanzate che permettono di dare un peso al lavoro SEO più puntuale sulla parole chiave. Ricordiamoci anche  che nei report SEO oggi ricade quasi tutto il traffico brand di un sito dato che i browser utilizzano il motore di ricerca nella barra di navigazione. 

Il saper fare tali Report SEO è già un segno di abilità SEO

Chiedete all’agenzia che volete valutare l’elenco di  clienti e, per quelli che hanno parole chiave più competitive o progetti SEO similari il vostro, chiedete dei report SEO e fatevi spiegare come valutano tale lavoro in relazioni agli obbiettivi di business. 

Ora che siete piu informati, la lettura di un Report SEO ben fatto vi aiuta a valutare con chi avete a che fare.

Ricordiamoci anche che più il sito del cliente è “importante” per Google (ha un alto Page Rank), più probabilmente è stato facile ottenere posizionamenti su parole chiave correlate al loro business semplicemente ottimizzando il sito ma non valorizzandone la popolarità (fattore principe di posizionamento che se necessario richiede un’attività di PR online non banale).

Quando si parla invece di performance in termini di accessi, chiedete sempre la valutazione di tali dati tramite statistiche di accesso con software riconosciuti (es. Google Analytics), in modo da poter controllare se gli utenti che arrivano al sito siano utenti profilati e non generici.

La migliore metrica per valutare l’attività SEO è comunque la misurazione del traffico proveniente dai motori di ricerca in relazione a KPI molto vicini al business quali la lead, richiesta informazioni, acquisto.

3. Garanzie Su Motori Secondari

È utile al cliente che gli vengano garantiti posizionamenti su motori che generano traffico marginale o nullo (es.  Yahoo!) quando il 90% del traffico viene generato da Google? Crediamo proprio di no.

4. Cosa Non Si Può Garantire

Data la dinamicità con cui nel tempo i motori di ricerca variano i loro risultati di ricerca e le loro logiche, non vi è possibilità di garantire nel tempo i posizionamenti raggiunti in singoli motori di ricerca, ma si può lavorare per mantenere con continua attività di fine tuning la migliore SEO possibile. 

Se è quindi statisticamente accettabile garantire (ma non, come sopra spiegato, assicurare al 100%) su un determinato numero di motori di ricerca un numero minimo di posizionamenti, non lo è su parole generiche competitive (come quelle composte da uno o due termini generici). Al massimo si possono prevedere stabilità do posizionamenti in un singolo motore sino a che il motore non cambia le sue logiche e fino a che il trend “di crescita” dei siti posizionati in quel determinato settore (probabilmente anche i competitor del nostro cliente) non subisce sostanziali variazioni, non certo dipendenti dal SEO ma da azioni esterne che nessuno può prevedere.

5. Cosa Pochi Possono Garantire

Per quanto detto, quindi, nessuno potrà mai garantire il posizionamento di parole chiave specifiche in testa ai normali risultati di ricerca, ad esempio in Google, e mantenerlo nel tempo.

I più esperti SEO possono 
prevedere dei risultati e su queste previsioni offrire delle condizioni contrattuali legando il compenso a KPI specifici.

A seguito di un’analisi preliminare (Assessment SEO) si può capire cosa è possibile fare o meno con la SEO in termini di risultati concreti e disegnare un piano di lavoro SEO che preveda una scalabilità dei servizi in funzione dei risultati che si vanno a ottenere nel tempo. E su tale analisi è possibile definire un adeguato progetto SEO in relazione al tempo e ai budget a disposizione.

Poche agenzie SEO riescono a fare previsione puntuale dei risultati che si possono ottenere con un corretto approccio alla SEO e rispettando la policy di Google sulla SEO per non rischiare di far penalizzare o bannare i siti dei clienti. Tra queste

Studio Cappello da anni si conferma Agenzia SEO leader in Italia

In Conclusione

Solo alcune agenzie SEO come Studio Cappello riescono a spiegare al cliente le logiche di ranking dei motori rendendole edotte sui risultati che si possono o non possono ottenere, e su questa analisi preventiva fornire opportune garanzie contrattuali sui servizi SEO offerti.

Vuoi Fare Decollare La SEO Del Tuo Sito Web?

Approfondimenti Chiudi