Linee guida per il corretto posizionamento SEO

Che la scienza dei motori di ricerca sia una scienza non esatta e in continuo divenire è risaputo. E "cambiamento continuo" è il concetto che meglio riassume l'opera del Search Engine Optimization.

Dalla nascita dei motori di ricerca ad oggi sono cambiate molto le metodologie di lavoro per rendere visibili i siti web nei motori di ricerca. I fattori che hanno determinato il cambiamento delle linee guida sono molteplici, alcuni dei quali:
  • cambiamento delle politiche di ranking dei motori (Google su tutti).
  • maturazione del mercato in termini di esigenze e obiettivi attesi dal Search Marketing.
  • aumento del valore percepito del "posizionamento naturale" da parte di tutti gli attori (clienti e operatori).
  • spostamento del "core" delle SEM agency dal "posizionamento" al reale "business online" generato tramite investimenti del più amplio mondo di servizi del Search Marketing.
  • maturazione del ruolo del professionista  SEO nel contesto di web marketing.
  • maggiori competenze dei professionisti conivolti nell'erogazione dei servizi di search marketing.
Quello che la maggior parte delle agenzie SEO facevano anni fa oggi non viene nemmeno più tenuto in considerazione dai motori (domini esterni, doorpage, cloaking, altre tecniche borderline...), e di fatto chi ha continuato a utilizzare tali metodologie si ritrova con siti penalizzati o mal visibili nei motori di ricerca

Inoltre, l'attuale necessità di monetizzare la visibilità nei motori di ricerca tramite servizi a pagamento come AdWords ha portato i motori ad essere più "aggressivi" nei confronti di chi ignora le linee guida consigliate dai motori di ricerca stessi, utilizzando pratiche che tendono a "cannibalizzare" i loro click a pagamento.

Le linee guida sono anche il frutto della stessa evoluzione dei motori di ricerca e dei loro algoritmi, che permettono oggi di ottenere ranking più precisi e maggiori abilità nel "leggere i contenuti".

Dalle linee guida SEO di Google:
Google privilegia lo sviluppo di soluzioni scalabili e automatizzate dei problemi, cercando quindi di ridurre la lotta "manuale" contro lo spamming.
 
Affidarsi a SEO che rispettino queste indicazioni è il modo migliore per ottenere un posizionamento stabile dei siti web in Google e negli altri motori. Rispettare le linee guida significa però capire anche le logiche che le hanno generate e la politica che viene applicata dalle search company. Il vero obiettivo da perseguire è la massima e corretta visibilità nei motori di ricerca senza incorrere in ban del sito o una sua penalizzazione.

Google ad esempio penalizza siti che rispondono a tutte le sue linee guida per ragioni che non esplica e che solo pochi esperti SEO conoscono. A tal proposito sono sempre attuali le parole di un noto SEO inglese "non sei un brave SEO se Google non ti ha bannato almeno un sito". Si impara molto anche e soprattutto  dalle esperienze negative.

Per questo bisogna saper nterpretare le linee guida che Google espone sia per i webmaster che per la scelta dell'agenzia SEO. Un atteggiamento critico è necressario per non diventare dei "caproni" incapaci di riflettere e interpretare i fatti. I motori di ricerca sono delle company quotate in borsa e non dei benefattori, la loro interpretazione richiede comunque anche competenza, accortezza, logica e intelligenza.

OTTIMIZZARE I SITI: LINEE GUIDA DI GOOGLE

I consigli di Google ai webmaster per rendere i loro siti ben visibili nei motori di ricerca sono pienamente condivisibili. Alcune mie note in merito sono:
  • sitemap: posso ottenere lo stesso risultato senza utilizzare il tool di Google ma altri tools o soluzioni "manuali". Perchè non fornire dati a Google? Forse perchè ne fa un uso diverso da quello che noi ne pensiamo e che non ci è mai stato esplicitamente detto...
  • ottimizzazione CMS e siti dinamici: gli strumenti e le tecniche per rendere le piattaforme dinamiche ben visibili e posizionabili nei motori di ricerca Google non le offre, anche perchè sono materia complessa di tecnici SEO preparati (url rewriting in primis)
  • link per il Page Rank: evitare di valorizzare il Page Rank accettando proposte o soluzioni pensate esclusivamente per questo scopo (network-link), alcune delle quali a pagamento.
Queste le "norme sulla qualità" proposte:
  • Evita testo o link nascosti.
  • Non utilizzare il cloaking o comandi di reindirizzamento non ammessi.
  • Non inviare a Google query automatizzate.
  • Non caricare pagine con parole non pertinenti.
  • Non creare più pagine, sottodomini o domini dai contenuti sostanzialmente duplicati.
  • Non creare pagine che installino virus, trojan o altro badware.
  • Evita le "doorway page" create appositamente per i motori di ricerca
Dal sito di Google:
Se un sito non rispetta le norme sulla qualità, potrebbe venire bloccato dall'indice. Se ritieni che il tuo sito non rispetti tali norme, puoi modificarlo in base ad esse e chiedere un reinserimento.

Chi approccia i forum di discussione sul posizionamento nei motori di ricerca noterà che, soprattutto i SEO meno esperti, spesso fanno nascere discussioni "spingendo" ingenuamente e oltremodo l'interpretazione di tali norme e chiedendo il ban di domini che magari sconfinano da esse per operazioni lecite, ad esempio perchè applicano reindirizzamento o soluzioni di ottimizzazione con testo nascosto agli utenti per superare i limiti imposti dalle tecnologie dei motori nel "leggere", come nel caso di siti in frame o flash.

Tra le "cose da fare" ricordo le più importanti e spesso sottovalutate sono:
  • Fornisci contenuti di qualità elevata, soprattutto nella home page. Questa è la cosa più importante di tutte. (...) Individua e inserisci nel sito i termini che presumibilmente gli utenti digiteranno per trovare le tue pagine.
  • Assicurati che altri siti contengano link al tuo sito. I link consentono ai nostri crawler di individuare il tuo sito e offrirgli maggiore visibilità nelle pagine dei risultati di ricerca. Per restituire i risultati di ricerca, Google usa PageRank (il nostro sistema di classificazione della rilevanza della pagina) insieme a tecniche di corrispondenza testuale avanzate che consentono di visualizzare pagine che sono importanti e pertinenti per ciascuna ricerca. Google conta il numero di voti ricevuti da una pagina per determinare il PageRank, interpretando un collegamento dalla pagina A alla pagina B come un voto espresso dalla pagina A per la pagina B. I voti espressi dalle pagine che sono intrinsecamente "importanti" hanno un peso maggiore e aumentano l'"importanza" anche delle altre pagine. (...)
  • Prendi in considerazione la possibilità di creare copie statiche delle pagine dinamiche. (...) Se crei delle copie statiche, non dimenticare di aggiungere le tue pagine dinamiche al file robots.txt per evitare che Google le consideri duplicati.

I SEO DA SCEGLIERE SECONDO GOOGLE

Google, nel duplice tentativo di non "inquinare" il suo ranking (si pensi al fenomeno "spam engine") con risultati inopportuni e valorizzare al meglio il suo servizio a pagamento AdWords, ha pubblicato anche degli utili consigli per capire meglio come valutare un SEO di valore.

Google consiglia di fare attenzione a determinati aspetti in particolare:
 Dal sito di Google:

Se ritieni di essere stato ingannato in qualche modo da un'azienda SEO, puoi scegliere di denunciarla.La FTC (Federal Trade Commission) gestisce i reclami sui comportamenti commerciali ingannevoli o disonesti. Per presentare un reclamo puoi visitare il sito http://www.ftc.gov/ e fare clic su "File a Complaint Online" (presenta un reclamo online), chiamare il numero 1-877-FTC-HELP (USA) oppure scrivere a:

Federal Trade Commission
CRC-240
Washington, D.C. 20580

Se il reclamo è relativo a un'azienda di un altro Paese, fai riferimento al sito
www.econsumer.gov (non disponibile in italiano).

IL PASSATO DEI SEO

Le SEO agency italiane e straniere in passato hanno utilizzato massicciamente tecniche non ortodosse per ottenere risultati, come ad esempio l'utilizzo di domini autonomi rispetto a quello del cliente o pagine non visibili agli utenti. Tale pratica è stata applicata da alcuni per perseguire obiettivi legittimi (superare i limiti tecnologici dei motori aiutandoli a reperire i contenuti del sito da posizionare, per rendere autonoma la SEO agency dalla Web Agency, per gestire la promozione con contratti a canone annuo ecc .. ). In altri casi invece la sete di risultati ha spinto ad agire in modo poco corretto, ad esempio posizionando siti senza contenuto su tantissime parole chiave anche non attinenti.

Spesso inoltre alcune agenzie non hanno informato il cliente della scelta di utilizzare metodi poco corretti, anche se comunque perseguivano delle logiche corrette per quel che riguarda gli obiettivi. Questa scelta di "non comunicazione preliminare" ha causato dei giusti attriti tra cliente e fornitore che oggi, in un mercato maturo, con clienti più preparati, normalmente non accade.

Altra cosa è invece il comportamento di agenzie che per scelta hanno deciso di utilizzare alcune di tali metodologie poco ortodosse senza informare correttamente il cliente sulle loro modalità di lavoro e i rischi connessi: o peggio ancora l'aver abusato senza motivo di tali metodologie per posizionare siti web su parole non attinenti (come il caso BMW); o ancora il non avere offerto adeguate garanzie contrattuali. Chi si è comportato (o si comporta tuttora) in tale modo, seppur non infrangendo nessuna legge, è da considerarsi riprovevole per una condotta oggi non più accettabile che mette ad alto rischio la permanenza nei listing dei motori i siti web dei clienti.

Chi utilizza tali metodologie con l'ottica di ingannare palesemente i motori di ricerca mettendo a rischio la visibilità dei siti senza rendere esplicito e quindi complice il cliente di tale attività, non è un SEO che opera correttamente.

SEO AGENCY OGGI

La nostra agenzia, come la maggior parte delle principali agenzie SEM Italiane opera seguendo correttamente le linee guida aggiornate periodicamente ed esposte dai motori con le quali società collaborano attivamente per la pianificazione di campagne e strategie di marketing a favore del cliente. 

Contattateci per maggiori informazioni sui nostri servizi SEO





CORSI INTERAZIENDALI
[partner WMRConsulting]

> Corso SEO
Il migliore corso di posizionamento nei motori di ricerca per ambire alla prima posizione in Google, Yahoo!, Bing tenuto da veri specialisti SEO professionisti

>
Corso Persuasive Copywriting
Oltre a far arrivare gli utenti al sito web è fondamentale che la maggior parte degli stessi faccia azioni per diventare cliente. Contenuti persuasivi e Landing Page sono quello che serve!

> Corso Google Analytics
Analizzare ROI, KPI, conversioni: la base del successo di ogni progetto di Search Marketing basato sul perseguimento di performance d'eccellenza.

WMRConsulting organizza inoltre il Corso di vendita e offre servizi di Counselling